giovedì 6 maggio 2010

Chiedo scusa

Eccomi finalmente a scrivere dinuovo dopo tanto tempo,devo chiedere scusa alle mie tre abbinate,(Sabrina Pennacchiotti,Sabrina Pifferi ,Silvia Catallo)alle quali avrei dovuto spedire le piastrelle,ma un grave lutto mi ha colpita(la mia mamma non è più con noi)e così non ho spedito,ma appena mi tiro un pochino su di morale anche voi avrete le mie semplicissime piastrelle,anche perchè riprendere mi distrarrà almeno un pò.
Vi abbraccio tutte un bacio Patrizia

11 commenti:

Miriam ha detto...

Sicuramente ti scuseranno e, certo a te, "ributtarti" nella routine quotidiana, aiuterà molto.
Noi siamo quì...
Condoglianze e un abbraccio,
Miriam

silvana ha detto...

macchè scuse, non devi assolutamente chiedere scusa.....
Mi dispiace tanto, ti faccio le mie sincere condoglianze, un abbraccio forte
silvana

Chicca ha detto...

Cara Patrizia, ti sono vicina, la mamma è il bene più grande che ogni essere umano ha. Perderla deve essere davvero un grande vuoto, ma sicuramente tu ora hai un Angelo che ti guarda da lassù, vigila e ti protegge.
Con grande affetto e vicinanza ti abbraccio
Chicca

Pythia ha detto...

Cara Patrizia, mi dispiace tanto per la tua mamma! Ti sono vicina e ti abbraccio forte

Donatella ha detto...

Cara Patrizia,
mi unisco alle amiche nel farti le condoglianze per la perdita della tua mamma.
Sono convinta che lei non ti abbandonerà mai e che sentirai la sua presenza anche attraverso piccoli segni quotidiani...a noi è successo così...
Vi racconto un aneddoto: lo scorso anno io e una mia sorella abbiamo bisticciato e questo ci ha impedito di festeggiare il Natale con la solita serenità; verso la metà di gennaio abbiamo fatto pace e abbiamo deciso di fare un pranzo insieme anche ad un'altra sorella coinvolta suo malgrado nel bisticcio nel quale festeggiare il Natale. Abbiamo addobbato la sua sala da pranzo con un alberello di Natale illuminato e alcuni addobbi e un bel biglietto attaccato allo specchio con del nastro adesivo sul quale era scritto"Adesso è Natale"
Siamo rimaste insieme tutto il giorno noi sorelle, cognati, figli e nipoti in un Natale festeggiato in modo anomalo ma felice. Quando alle 10 la sera mio cognato si è alzato e ha detto che era ora di andare e io ho spento l'albero il biglietto si è staccato dal vetro come per confermare che la giornata era davvero finita...tutte noi ci siamo guardate e abbiamo detto insieme: "la mamma...."
Forse è illusione ma noi la percepiamo quotidianamente e so che sarà così anche per te
Un bacione Donatella

ELISABETTA ha detto...

Condoglianze, carissima. E' una perdita davvero grande che non voglio neanche immaginare... spero che il pensiero di averla comunque sempre accanto ti faccia superare questo doloroso momento

luigi@ ha detto...

ciao Patrizia,mi dispiace tentissimo per la tua mamma, so che in questo momento le parole hanno poco peso per te ma sappi che se avrai bisogmo di una spalla e di un'amica che ti ascolti io ....noi siamo qui.
un abbraccio affetuoso
luigi@

Gisella ha detto...

Ciao Patrizia, mi spiace tanto per la tua mamma, so che le condoglianze non servono a placare il dolore che in questo momento ti travolge, ma servono a dirti che ti sono vicina. Un bacione Gisella

zigzago ha detto...

Patrizia, ... un abbraccio, Renata.

Sabrina ha detto...

un abraccio forte anche da parte mia, Sabrina Pi.

Sabrina ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.